tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
3 giu 2016

Dall’app per insegnare lingue ai bimbi alla formazione dei professori: i sei progetti finalisti de «Il laboratorio delle idee»

Favorire l’alternanza scuola-lavoro organizzando progetti ad hoc, creare un ponte fra studenti e aziende per i tirocini, aggiornare le competenze trasversali di chi insegna, insegnare lingue ai bambini facendoli divertire, collegare scuole e imprese con progetti di studio, proporre attività per affinare le soft skill. In altre parole: i sei progetti  finalisti di «Cattolica Factory – Il laboratorio delle idee» che hanno conteso a Clubbo la palma del vincitore. Sei idee valide per quattro grandi temi: internazionalizzazione, scuola per l’impresa, innovazione dei contenuti, didattica 3.0. Un sogno che si è quasi avverato per un percorso, quello verso la finale, che ha dato i risultati sperati: aumentare le competenze dei partecipanti. Ed ecco i progetti più in dettaglio.

 

«Tello», come insegnare una lingua ai bimbi facendoli divertire

Imparare una lingua con un approccio non tradizionale, raccogliendo la sfida di coniugare il divertimento con l’apprendimento: «Tello!» è un’app che insegna le lingue ai bambini basandosi su percorsi didattici animati, giochi ed esercizi, per garantire la qualità senza rinunciare al divertimento. L’app fornisce materiali utili ai bambini e l’opportunità di collaborare a insegnanti e giovani grafici emergenti. Dedicato ai bimbi della scuola primaria, per far vincere loro la reticenza di parlare una lingua diversa: per chi volesse provarlo c’è già la demo al sito tello.altervista.org. Viviana Bellinazzi, Linda Melchioretto, Francesco Gallizzi, Simone Brighenti, Giulio Montini (caposquadra), Federico Di Ciomma, Tracy Edbuche hanno fatto parte del gruppo, guidati da Lamberto Scolari e Alberto Girelli, come tutor e community angels.

 

Alternanza scuola-lavoro più facile con «Business To School»

Il rapporto fra scuola-lavoro diventa sempre più importante: «Business To School»  lo sa e vuole creare un ponte, attraverso una piattaforma online che facilita l’attivazione di percorsi di alternanza.  «Business to School» si presenta come un intermediario che agisce su tre fronti: si assume la responsabilità di contattare e stimolare le imprese a partecipare al progetto di alternanza scuola-lavoro (obbligatorio negli istituti secondari superiori), contatta i formatori per preparare in maniera adeguata gli studenti al periodo di tirocinio ed aiuta la scuola nella gestione delle incombenze burocratiche che il progetto genera. Nel team c’erano: Elisa Ambroso, Andreaalice Sommi, Ilaria Bozzetta, Federico Doss, Leonardo Aldegheri, Sofia Baltieri, Alessia Dalla Montà, Giulia Burei (caposquadra), tutor è stata Elisa Bertagnoli, community angel Silvia Tacchella.

 

«Overpass», studenti preparati per aziende che investono sul territorio

Rimanendo in tema di alternanza scuola-lavoro c’è anche il progetto «Overpass», una piattaforma che punta a portare un triplice vantaggio: da un lato alle scuole di risparmiare tempo e burocrazia, dall’altro alle aziende di farsi riconoscere sul territorio e avere giovani preparati, agli studenti di usufruire di stage e materiale formativo, parlare con il personale e proporre idee che possano contribuire alla crescita delle aziende. I veri protagonisti rimangono gli studenti che usufruiranno di stage, materiale formativo, colloqui con personale e video informativi. Inoltre avranno uno spazio a loro dedicato in cui proporre idee innovative o consigli che possano aiutare le varie aziende a migliorarsi e crescere.  Una squadra formata da Marco Principe, Sara Renzi (caposquadra), Dario Farina, Filippo Perotti, Giacomo Sarti. Tutor Renata Rossi, community angel Giovanni Salis.

 

«TeachToTeach» e i professori aumentano le proprie competenze

Nell’antichità ci si chiedeva: «Chi custodirà i nostri custodi»? «TeachToTeach», invece, vuole rispondere alla domanda «chi formerà i nostri formatori»?. Ecco quindi uno strumento pensato per aumentare le competenze trasversali dei professori, anche e soprattutto quelle non strettamente didattiche. Il sistema è misto: una piattaforma online e dei corsi di aggiornamento a scuola. Così l’insegnante – che al contempo acquisisce crediti EC – può rinforzare il potenziale formativo e affrontare al meglio le nuove sfide nel rapporto con gli studenti. Andrea Buscardo, Jacopo Segalotto, Luca Benini, Camilla Cestaro (caposquadra), Anna Castagna, Rossella Ghirelli, Chiara Reggio, Angelica Ghirelli, Annachiara Modena. Tutor Marta Bonanconsa, community angel Stefano Manzini.

 

Il laboratorio delle competenze, con «Skill-lab» lo studente si gestisce

Una piattaforma web che consente agli studenti di organizzare attività, fuori dall’orario scolastico, in modo da sviluppare al meglio le competenze trasversali richieste dal mercato del lavoro, ormai sempre più fondamentali. «Skill-lab» punta  a far crescere  soft skill quali flessibilità, problem solving,  networking. È utile per le scuole, che vedono riconosciuto il proprio impegno, e per i docenti, che non devono più occuparsi di organizzare queste attività.  Lo studente accede alla piattaforma tramite un profilo personale, dove può gestire il suo progetto, monitorare le performance, riconoscere le competenze,  vedere, alla fine, l’attività che ha organizzato realizzata in pratica. Ilaria Gaggiano, Martina Bonometti (caposquadra), Margherita Meneghetti, Giacomo Fabbri hanno formato la squadra, con tutor Pietro Lovato e Giovanna Cartolari community angel.

 

«Learning Cell», percorsi didattici condivisi nel cloud

Un luogo virtuale, accattivante e accessibile a istituzioni  e imprese – per proporre collaborazioni e approfondimenti – «Learning Cell», condivide nel cloud percorsi didattici fra scuole e aziende proposti da insegnanti e studenti. Il vantaggio è così per tutti: le aziende sviluppano progetti e selezionano potenziali figure professionali, gli studenti conoscono il mondo del lavoro e guadagnano crediti, gli insegnanti estendono gli argomenti e i progetti didattici. Simone Rinaldo (caposquadra), Silvia Domenichini, Alessia De Berti, Riccardo Vincenzi, Federico Di Marco, Damiano Lops e Federica De Berti nel team. Edoardo Zonin il tutor, Davide Peccantini community angels.