tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
14 ott 2016

Web marketing, professione del futuro. «È come fare l’allenatore: bisogna elaborare una strategia». Tre incontri sul tema a Progetto di Vita

Il web marketing? È sinonimo di strategia. Parola di Silvia Signoretti, protagonista di due degli incontri che tra ottobre e dicembre Progetto di Vita dedica alla web communication. «In Italia c’è molta confusione riguardo a questo settore – spiega –. Le aziende spesso non hanno un ufficio marketing: manca la progettualità». Silvia Signoretti inaugurerà il ciclo di workshop che inizierà il 20 ottobre con una panoramica sul web marketing. Secondo l’esperta, non basta usare strumenti come Facebook o Google: un progetto aziendale a lungo termine deve essere un investimento che porta a risultati concreti. Quindi serve una strategia. L’incontro a Progetto di Vita si rivolge sia ai giovani che vogliono iniziare un’attività imprenditoriale, per capire che esistono competenze specifiche, sia alle startup, per comprendere che è indispensabile avere o sviluppare competenze per  elaborare una strategia a monte e studiare il mercato. «Chi fa web marketing – continua Silvia Signoretti – è come un allenatore che guida una squadra con professionalità diverse: c’è  chi è più portato per i rapporti con l’imprenditore, chi per le relazioni interpersonali, chi per l’analitica».

 

«Rispetto al marketing tradizionale, il web marketing è a libero accesso, nel senso che chiunque può creare una pagina Facebook. Il problema è che non si può pensare di farlo leggendo qualche articolo, facendo un corso e andando poi per tentativi. Bisogna avere chiaro l’obiettivo dell’azienda e a volte bisogna demolire le aspettative troppo alte del cliente committente. Capita tutti i giorni che i clienti chiedano di aumentare i like alla pagina Facebook. Ma i like non rappresentano entrate economiche per l’azienda, spesso servono solo a soddisfare l’autocompiacimento a scapito dei concorrenti».

 

Silvia Signoretti ha studiato Lettere a Verona con indirizzo storico-artistico. Dopo la laurea ha iniziato a lavorare nell’ambito dell’archivistica, dove ha preso familiarità con i linguaggi HTML. Ha capito però che quel mondo non faceva per lei ed è passata a lavorare per un’agenzia di comunicazione dove è entrata in contatto con un cliente particolarmente votato al web marketing. Ha lavorato come brand e web marketing manager per Leotron, azienda specializzata nello sviluppo di software gestionali per il mondo dell’usato. Ora è freelance e lavora come consulente aziendale. «Facebook e Google cambiano rapidamente, bisogna avere il coraggio di ritarare la strategia quando non funziona più e di rimettersi in gioco – spiega –. Il web marketing non fa miracoli, c’è bisogno di esperienza». Serve, insomma, quella che Silvia Signoretti definisce “l’etica” del web marketing: «Non bisogna circuire le persone ma neanche fare false promesse».

 

Il ciclo di Progetto di Vita sulla comunicazione digitale continua il 16 novembre con un incontro in cui Giulia Bezzi discuterà di SEO, “ottimizzazione per motori di ricerca” , mentre Silvia Signoretti tornerà il 14 dicembre per parlare con Luca Bozzato – esperto di Linkedin – di credibilità online e di come sia possibile sostenere nel modo migliore la propria presenza professionale sui social media.