tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
16 gen 2017

Studentland, anche nel 2017 arriverà il magazine. E con l’aiuto di Progetto di Vita il gruppo diventa una redazione

C’è un filo che passa attraverso e unisce racconti di storie di talenti alla lotta al cyberbullismo, con un testimonial d’eccezione come il seguitissimo rapper Emis Killa, un filo che va dai cambiamenti climatici all’alternanza scuola lavoro: quello del magazine pensato, costruito e scritto dai ragazzi di Studentland (che è anche il nome della pubblicazione), un contenitore che raccoglie progetti utili a dare supporto, informazione e aiuto agli studenti delle scuole superiori di Verona e provincia. La «scuola dei talenti», che collabora attivamente col Miur e la Consulta provinciale studentesca riproporrà anche quest’anno il magazine – diffuso in 36 istituti per un potenziale di lettori di oltre 30mila ragazzi –  curato da giovani che frequentano la quarta e quinta superiore, dopo l’edizione del 2016 dedicata al bere responsabile. Per l’anno in corso, come si può intuire dai nomi degli intervistati e dagli argomenti proposto, il magazine amplia interessi e offerta.

 

Una vera e propria immersione nel mondo del giornalismo per i giovani «articolisti in erba». Diventare una redazione efficace non è certo semplice. Ad accompagnare il percorso di Studentland ci sarà quindi Progetto di Vita. Erica Boccardo, Mattia Bravi e Lucia Cometti aiuteranno il gruppo a porsi gli obiettivi giusti e a raggiungerli. Lavorare in team, programmare e pianificare al meglio il lavoro: su questo si concentreranno i formatori di Progetto di Vita. Un’iniziativa che partirà già questo mese, con una prima preliminare riunione di redazione per fissare paletti e schemi, e proseguirà nei prossimi mesi. Settimane che serviranno non solo a chiudere il magazine nei tempi prefissati, ma anche a sviluppare e individuare competenze che entreranno a far parte poi della cassetta degli attrezzi di ognuno dei ragazzi di Studentland, pronte ad essere utilizzate poi anche in altre occasioni.

 

«Il percorso con i ragazzi di Studentland ha l’obiettivo di offrire loro  un’esperienza di “lavoro a progetto” – spiega Erica Boccardo –  che con la metodologia “learning by doing” permetta loro sia di progettare, pianificare e realizzare la rivista Studentland 2017 con l’aiuto di mentori professionali, sia  di sviluppare utili competenze tecniche e soft skills sempre più richieste dal mercato del lavoro. Gli studenti che parteciperanno sono 10, di età compresa tra i 17 e i 19 anni. Per loro abbiamo preparato un percorso modulare: li supporteremo grazie a diversi incontri a Progetto di Vita nelle diverse fasi del loro progetto di lavoro».