tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
15 set 2017

Tra Università e mondo del lavoro: “Siamo idee in cerca di un modello di business”

Progetto di Vita. Cattolica per i Giovani impegnato nel Master di II livello in Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Verona per aiutare gli studenti a scoprire strategie, strumenti e canali per comunicare il proprio valore e farsi trovare dal mercato.

 

 

Esiste da anni una comunione di intenti tra l’ufficio Orientamento al Lavoro dell’Università degli Studi di Verona e Progetto di Vita. L’Ufficio Orientamento al Lavoro cerca di far conoscere ai suoi studenti le tendenze in atto del mercato e si propone di garantire una sempre maggiore congruenza tra le caratteristiche dei propri laureati e i profili professionali ricercati. Progetto di Vita accompagna tutti i giorni i giovani attraverso percorsi di sviluppo del potenziale, di competenze tecniche e di processo per sviluppare strategie adeguate utili ad aumentare il valore professionale di ogni ragazzo.

 

 

Una visione comune che porta Progetto di Vita per la prima volta all’interno del Master in “Progettazione e conduzione dell’esercizio fisico nelle patologie esercizio-sensibili” della facoltà di Scienze Motorie con un innovativo programma di sviluppo suddiviso in tre moduli.

 

 

Attraverso attività di coaching, mentorship, training e strumenti di Design Thinking come il Business Model Canvas e il Personal Model Canvas gli studenti potranno:

 

  • Comprendere il settore di riferimento e i suoi fabbisogni
  • Identificare le proprie risorse distintive
  • Definire il proprio valore per il mercato
  • Elaborare le strategie di comunicazione più efficaci per raggiungere i propri obiettivi

 

 

A partire da metà settembre fino a novembre di quest’anno nelle aule di Scienze Motorie insieme ai professionisti di Progetto di Vita sarà presente Luigi Centenaro, Personal Branding Strategist, fondatore di BigName, Co-autore del volume Personal Branding e curatore di Business Model You di Tim Clark per accompagnare i ragazzi a semplificare l’ambiguità del mondo circostante e generare processi di innovazione professionale per ciascuno.

 

 

Un percorso che permetterà agli studenti di conoscere il mercato e le necessità delle realtà di destinazione per poi elaborare le migliori strategie di comunicazione che attraverso il giusto canale e un efficace modalità di presentazione possono aumentare la possibilità di attrarre nuove opportunità professionali.