tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
6 ott 2017

Futuro professionale? Ci vuole spirito imprenditoriale!

C’è chi non è capace di aspettare, chi non si accontenta di immaginare un giorno quale lavoro farà, chi si lascia ispirare da personaggi che hanno lasciato un segno.

C’è Gabriele che ha capito che nella vita non puoi sperare che un lavoro ti cada addosso ma è meglio crearsi le occasioni per imparare, approfondire, cimentarsi e costruire così il proprio futuro.

 

Ha 27 anni, due lauree, un’esperienza come co-founder di Exlab, uno dei progetti vincenti della startup competition organizzata da Porche Italia, è collaboratore di PiGreco T, il club che trasmette ai giovani la mentalità imprenditoriale per affrontare il futuro e ha una passione inarrestabile per tutto ciò che è innovativo.

 

Da quando abbiamo incontrato Gabriele la prima a Progetto di Vita di strada ne ha percorsa. Lui che nella sua timidezza cela una grande passione per il business, che ama capire come innovare modelli cercava di capire come fare dei suoi sogni un lavoro.

Non è mai rimasto ad attendere che qualcuno bussasse alla sua porta ma si è prodigato per trasformare le sue ambizioni in realtà. Corsi di formazione, studi, esperienze sono la dimostrazione che per sviluppare una professionalità ci vuole anche intraprendenza, tenacia, voglia di rischiare. Perché avere spirito imprenditoriale significa anche crearsi opportunità.

 

Alla soglia dell’evento che anche quest’anno a Verona torna ad attirare l’attenzione degli amanti dell’innovazione e delle “idee che meritano di essere diffuse” parliamo con Gabriele perché per la prima volta lo troviamo nello staff organizzativo di TEDx Verona.

Sono due giorni ricchi di relatori, pensieri da condividere e workshop interattivi per dare voce alla voglia di reagire, uscire dagli schemi e mettersi sulla rotta del cambiamento. Perché ormai è tempo di “Time to rock” e il 7-8 ottobre l’innovazione riempirà la città.

 

Un weekend insolito che raddoppia il contagio di idee perché aumentando gli organizzatori aumenta anche il desiderio di realizzare nuovi momenti di interazione con il pubblico. Tra le diverse attività in cui poteva impegnarsi ha scelto di candidarsi come volontario perché era incuriosito e non riusciva a resistere all’idea di poter mettersi in gioco per dare un contributo concreto al territorio aiutando ad organizzare un evento unico e affascinante.

 

Un ingaggio che l’ha spinto ad avviare una nuova proposta e che oggi è felice di raccontare in veste di responsabile dei TEDxLab. Sono la novità del 2017 e sabato 7 ottobre, tra l’Università degli Studi di Verona e il Palazzo della Gran Guardia, relatori selezionati, imprenditori, ex speaker dei TEDx italiani realizzeranno 20 workshop e laboratori su sei diverse tematiche.

 

Un progetto pensato per creare un’occasione di interazione tra professionisti e pubblico, dove ognuno può vivere un’esperienza attiva all’interno dei workshop e dei laboratori scambiando opinioni e mettendo in pratica quanto si racconta.

Perché, dice Gabriele, a volte basta cercare una nuova visione e partendo dalla prospettiva dei partecipanti si possono ideare momenti che permettono di apprendere mettendo in pratica le nozioni trasformandole in esperienze.

 

Un percorso che sa per certo non dimenticherà e diventerà un elemento distintivo nel suo curriculum vitae. Il primo traguardo che TEDx segna su di lui è la certezza di avere coltivato relazioni importanti per la sua crescita perché ha compreso che fare innovazione da soli è complesso ma che realizzare progetti in un ambiente che condivide i propri valori come la condivisione, lo spirito di squadra, l’innovazione e la voglia di creare impatto sociale diventa una vera occasione per generare contaminazione.

E per fare innovazione.