tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
17 set 2014

Marketing culturale e competenze per organizzare una mostra

Quali competenze servono per promuovere un evento espositivo? Chi sono i professionisti del marketing culturale? Da queste domande è partito il racconto dell’ultimo appuntamento del ciclo “I mestieri dell’arte” intitolato “Come si promuove una mostra”.

 

Ospite nel nostro spazio di Corso Porta Nuova è stata Paola Simeone, dell’ufficio marketing della mostra di Paolo Veronese, che ha analizzato insieme ai ragazzi presenti gli sbocchi professionali e gli scenari che si aprono nel settore per giovani davvero motivati (guarda il video).

 

«Il mondo dell’arte e della cultura – ha spiegato Paola – è bistrattato, ma nel settore del marketing e della comunicazione possono esserci degli spazi. Questo mestiere lo si fa solo se c’è una grande passione alle spalle perché è un mondo con delle forti criticità e molte barriere all’entrata: basti pensare che si entra previo concorso pubblico ed è difficile che la pubblica amministrazione organizzi concorsi per chi svolge questa funzione».

 

A favore di chi opera nell’ambito del marketing territoriale, però, gioca il fatto che da circa vent’anni i musei sentono l’esigenza di azioni di comunicazione e di promozione che affidano a figure esterne altamente specializzate. Dunque la domanda c’è. Ma come fare esperienza sul campo?

 

Gli stage oppure il servizio civile nazionale rappresentano degli ottimi trampolini di lancio per quanti desiderano tentare questa carriera, e a queste opportunità si aggiunge la possibilità di fare pratica all’interno di grandi soggetti privati che operano nel settore e che sono sempre alla ricerca di collaboratori.

 

Una forte passione e il desiderio di realizzare le proprie aspirazioni devono però fondersi a precise conoscenze tecniche, che prescindono dal mondo dell’arte: «Il marketing è una tecnica applicabile a ogni settore, con specifiche regole e procedure. Ma è anche un processo sociale e gestionale. Serve una strategia e, soprattutto, sono fondamentali nozioni amministrative che permettano di fare un’analisi di costi/benefici, capire che cos’è il costo-contatto, saper gestire un budget. Di fatto la mostra d’arte è un progetto culturale ma nello stesso tempo è un prodotto da promuovere. Da non sottovalutare, inoltre, le conoscenze informatiche di base, come l’uso del pacchetto office». Essenziale poi, per il professionista del marketing, la capacità di creare relazioni sul territorio, sia con soggetti pubblici sia con i partner privati.

 

Sul fronte della formazione infine, esistono degli ottimi (e costosi) corsi di specializzazione. Un buon compromesso per durata, costo e programma, è la Cultural School of Venice al cui interno insegnano docenti che poi sono operativi sul campo.