tutte le news
CATTOLICA FACTORY NEWS
23 Feb 2016

Road to Berlin. Otto progetti, un vincitore: ecco “Il laboratorio delle idee”

Otto team per otto idee d’impresa, chiamati a sfidarsi sul tema dell’innovazione applicata al mondo della scuola e della formazione. Con Cattolica Factory, progetto promosso da Progetto di Vita – Cattolica per i giovani, è partita la prima edizione de “Il laboratorio delle idee”, competition dedicata ai ragazzi tra i 17 e i 35 anni. Una “sfida” cominciata lo scorso 19 dicembre: da allora più di un centinaio di partecipanti, suddivisi in otto squadre da 10-12 persone ciascuna, si stanno incontrando periodicamente con l’obiettivo di mettere a punto, entro il prossimo 20 maggio, un progetto d’impresa che offra servizi e soluzioni innovative utili a migliorare il tradizionale ambito della formazione e ridurre il divario scuola-lavoro.

 

Ad ognuno dei team è stato affidato un tema sul quale lavorare, scelto tra quattro macro-aree: internazionalizzazione, didattica 3.0, scuola per l’impresa e innovazione dei contenuti. La squadra che presenterà l’idea vincente, proclamata a maggio nel corso dell’evento conclusivo della competition, si aggiudicherà un viaggio a Berlino alla scoperta di Factory Berlin, il più grande incubatore della cosiddetta “Silicon Allee”, oggi ecosistema startup tra i più attivi in Europa.

 

Le otto squadre stanno portando avanti il proprio progetto d’impresa supportate da due figure di riferimento: ogni gruppo ha al suo interno anche un tutor, ovvero un professore o un dottorando dell’Università di Verona, che aiuta i partecipanti a focalizzarsi sul tema portante della formazione, e da un community angel, un giovane professionista della community di Progetto di Vita che ha il compito di implementare l’aspetto imprenditoriale delle idee fino ad ora emerse.

 

«A due mesi dal primo incontro, durante il quale i membri di ogni gruppo si sono conosciuti – spiega Davide Peccantini community angel del team 4, al lavoro sulla didattica 3.0 – stiamo lavorando alla fattibilità economica del nostro progetto, una piattaforma digitale che supporta l’apprendimento grazie alle nuove tecnologie. Questo progetto è di grande aiuto anche per me: sto imparando a fare network e a gestire un team di lavoro».
«A questo punto della competizione – aggiunge Giulio Montini, del team 2, che si sta occupando di internazionalizzazione – abbiamo messo a punto ogni aspetto dell’idea che ha l’obiettivo di facilitare l’apprendimento della lingua inglese, ora siamo in fase di valutazione sulla sostenibilità di un’eventuale impresa».